wolverine
thumbnail

Qual è il vero must-have per una spa?

Eventi  /  27 ottobre 2017

In occasione dell’evento di presentazione delle vasche idromassaggio termali Thermal H2O® al Fuorisalone 2017 Jacuzzi ha domandato agli esperti dei settori architettura, design e wellness come sta cambiando il concetto di benessere negli ultimi anni. Nelle scorse interviste abbiamo visto che sempre di più cresce la tendenza di recarsi alla spa non solo per seguire trattamenti medici, ma soprattutto per rilassarsi e staccare la spina dallo stress quotidiano. È dimostrato, infatti, che un’esperienza in centro benessere può avere un’influenza positiva anche sullo stato d’animo e dare grandi benefici a livello mentale, non solo fisico.

Cos’è quindi che non deve mancare in una spa, per offrire la migliore esperienza di benessere totale?

L’architetto Stefano Pediconi, che si occupa di progettazione di strutture turistiche e centri benessere, afferma che non esiste un vero must-have, poiché ogni centro benessere è un vestito su misura che dev’essere progettato in base al contesto e alla location: ad esempio, durante la progettazione di un albergo sarà necessario muoversi in una direzione sicuramente diversa rispetto a una day spa. È importante quindi non focalizzarsi su qualcosa di standardizzato, ma utilizzare la creatività per realizzare spazi non convenzionali: in questo modo ci si avvicina davvero all’esigenza degli ospiti di provare un’esperienza nuova di benessere.

Per Patrizia Pozzi, architetto specializzata in landscape design, è necessario che un centro benessere sia realizzato in modo da garantire un contatto diretto con la natura. L’acqua è sicuramente un elemento fondamentale per una spa, ma per raggiungere un vero stato di benessere il corpo umano dovrebbe entrare in contatto anche con altri elementi e materiali naturali come il legno, la sabbia e le piante.

Il designer Dodo Arslan, invece sottolinea l’importanza dell’accessibilità in un centro benessere: è necessario far sentire i clienti a proprio agio, a partire dalla facilità di accesso alle vasche. Il benessere dell’ospite dev’essere il punto di partenza di ogni tipo di servizio, dalla regolazione della temperatura dell’acqua alla scelta dei trattamenti e dei massaggi. Il cliente si deve sentire sempre al centro di tutto il percorso, come se lo stesso fosse stato concepito appositamente per lui.

Per l’architetto e interior designer Matteo Nunziati è necessario avere una visione totale sull’architettura, per creare un equilibrio preciso fra tutte le componenti. Non c’è quindi un must-have su cui focalizzarsi per la realizzazione di una spa, ma è importante creare progetti architettonici che bilancino l’aspetto funzionale, innovativo e tecnologico con la componente estetica: in questo modo il tutto diventa poesia e si raggiunge un risultato soddisfacente.

Tag:

#Relax #Spa

ARTICOLI CORRELATI

Jacuzzi Magazine utilizza i cookie per offrirti una migliore esperienza di navigazione.