wolverine
thumbnail

4 consigli per un idromassaggio perfetto

Wellness  /  19 marzo 2018

L’idromassaggio è una terapia che prevede l’immersione del corpo in acqua per risvegliare i naturali meccanismi di autoguarigione. Attraverso gli effetti combinati del calore e dei getti di aria e acqua, oltre a donare una sensazione di rilassamento e benessere generale, l’idromassaggio contribuisce ad alleviare la tensione muscolare dovuta allo stress, all’ansia o allo sforzo fisico, e favorisce i processi di guarigione di diverse patologie connesse alle vie respiratorie e alla circolazione sanguigna.

#1 Prima dell’idromassaggio: scrub rigenerante

Prima di una sessione di idromassaggio è consigliabile, almeno una volta al mese, effettuare uno scrub per pulire la pelle e eliminare le cellule morte, in questo modo la pelle sarà più ricettiva al trattamento e in generale risulterà più tonica e liscia. Questo passaggio è utile soprattutto per chi pratica sport o fa un’attività intensa, perché l’idromassaggio promuove il movimento di liquidi cutanei e sottocutanei dalla zona periferica al centro del corpo. L’accumulo di liquidi che si verifica sotto la pelle e soprattutto nei muscoli alla fine dell’esercizio fisico quindi viene smaltito più rapidamente, aiutando il recupero.

#2 Durante l’idromassaggio: temperatura e durata

La durata ideale dell’idromassaggio varia dai 15 ai 20 minuti. Per abituare il corpo è bene comunque iniziare con un bagno di non oltre 10 minuti sino a raggiungere la durata ottimale, che va personalizzata in base alle esigenze di ognuno. In generale, più alta è la temperatura dell’acqua, minore deve essere la durata della seduta, ma nel dubbio è utile seguire queste semplici regole: se la temperatura è impostata sui 34°-36° l’idromassaggio può durare anche 20 minuti, se è di 36°-38° la durata ideale è 15 minuti, se invece l’acqua è più calda, attorno ai 38°-40°, è meglio ridurre il tempo della sessione a 10 minuti.

#3 Aromaterapia per potenziare gli effetti benefici

È assolutamente sconsigliato l’uso di saponi e bagnoschiuma perché potrebbero compromettere il funzionamento della vasca, mentre sono suggeriti i sali profumati e gli oli essenziali appositamente studiati per essere sciolti nell’acqua della vasca idromassaggio. L’aromaterapia associata all’idromassaggio infatti ne potenzia l’effetto rilassante, grazie alle proprietà benefiche delle fragranze che si sprigionano a contatto con l’acqua calda. Il bagno con tali essenze dovrebbe durare almeno 20-25 minuti e, per le caratteristiche degli olii stessi, non si consiglia di superare le due sedute a settimana.

#4 Dopo l’idromassaggio: rilassamento totale

Per concludere al meglio l’idromassaggio, è buona norma concedersi ancora qualche minuto di rilassamento per incoraggiare la sudorazione e consentire alla pressione sanguigna di tornare ai suoi valori normali. Una volta usciti dalla vasca, l’ideale è sdraiarsi e chiudere gli occhi avvolti in un morbido accappatoio o un asciugamano asciutto, e ascoltare il ritmo naturale del proprio respiro. In questo modo si avrà la piacevole sensazione sentire corpo e mente completamente rinnovati dall’idromassaggio appena concluso.

ARTICOLI CORRELATI

Jacuzzi Magazine utilizza i cookie per offrirti una migliore esperienza di navigazione.