wolverine
thumbnail

Il rituale della sauna: un trattamento rilassante e terapeutico

Wellness  /  30 luglio 2018

La sauna è una pratica idrotermoterapica che consiste essenzialmente in un bagno di calore, a aria secca e temperature elevate, che aiuta a eliminare le tossine accumulate nell’organismo attraverso la naturale traspirazione del corpo. Sempre più spesso però la sauna è impiegata per il suo effetto rigenerante e antistress.

Le origini della sauna

Il termine “sauna” è una parola finlandese: è in Finlandia infatti che ha avuto origine la pratica della sauna così come la conosciamo oggi, anche se il trattamento con le pietre calde è stato importato dall’Asia circa 2000 anni fa. All’inizio il rituale del bagno di calore si svolgeva in una piccola buca scavata nel terreno, a cui poi seguì lo sviluppo che nel tempo ha portato alla nascita della sauna contemporanea. Oggi la sauna si svolge in stanze o cabine di legno in cui l’ambiente viene riscaldato attraverso stufe a legno o elettriche oppure, più recentemente attraverso la tecnologia a raggi infrarossi.

I benefici della sauna

I benefici offerti da una seduta in sauna sono molteplici. Il principale vantaggio per il corpo consiste nell’espulsione delle tossine attraverso la sudorazione, stimolata dalle alte temperature che si aggirano attorno ai i 60° e i 90° C nelle saune tradizionali e tra i 40° e i 60° C in quelle a infrarossi. Una seduta in sauna aiuta inoltre a rilassare i muscoli tesi e contratti, accelera il metabolismo, stimola la circolazione sanguigna e pulisce la pelle da ogni impurità. Ma i benefici non sono solo fisici: la sauna ha un effetto positivo anche sulla psiche perché allevia lo stress e dona una sensazione di rigenerazione generale che favorisce il rilassamento e influisce positivamente anche sui problemi di insonnia.

Consigli per la sauna

Prima di entrare in sauna è importante essere a stomaco vuoto e idratati, perché assieme alle tossine si disperdono anche molti liquidi e sali minerali con la sudorazione. Per questo motivo è necessario bere acqua o succhi di frutta anche dopo la seduta. Per evitare un aumento eccessivo del battito cardiaco invece è altamente sconsigliato il consumo di bevande alcoliche o di sostanze eccitanti come il caffè.

Prima della sauna è consigliabile fare una doccia calda per abituarsi alle temperature. Il tempo minimo di permanenza in cabina affinché il trattamento sia efficace è di 8 minuti nelle saune tradizionali, mentre in quelle infrarossi si può rimanere per un tempo più lungo. La posizione migliore è quella supina perché permette di rilassarsi più facilmente e di concentrarsi sul respiro. Prima di uscire dalla cabina è consigliabile non alzarsi subito, ma passare alla posizione seduta e fare movimenti lenti per evitare un calo di pressione.

Al termine della sessione in sauna è opportuno indossare un accappatoio per asciugare il sudore e stendersi per 10/15 minuti per favorire il ripristino del normale battito cardiaco e consentire alla pressione sanguigna di tornare in equilibrio.

ARTICOLI CORRELATI

Jacuzzi Magazine utilizza i cookie per offrirti una migliore esperienza di navigazione.